Andrea Salvino

Eva Braun tecnica mista su catone, 2019, 108x150 cm
Le donne Ama olio su tela, 2020, 120 x150 cm
Longanesi olio su tavola, 2018,  46x56 cm
1977. Jimmy Page olio su tavola, 2020, 58x43 cm
Il Conformista olio su tela, 2018, 38x46 cm
Lui tecnica mista su cartone, 2019, 108x 150cm
Pinocchio 2020, olio su tela, 50x 40 cm
Senza titolo 2020, matita su carta, 12x19
La caduta di Icaro 2020, creta gesso materiali vari, cm 25x48
Monte Verità tecnica mista su carta, cm 35 x 25
Senza titolo  2020, pastelli su carta formato A4
Senza titolo pennarello su carta lucida formato A4
Senza titolo tecnica mista su carta formato A4
Senza titolo 2019-2020, fotografia e matita su passepartout 30x40 cm
Senza titolo 2020, pennarelli su carta, formato A4
Senza titolo 2020, matita su carta, formato A4
Senza titolo matita su carta cm 21x 15
Senza titolo matita su carta, cm 42 x 29,5
Condividi

BIOGRAFIA

ANDREA SALVINO

Roma 1969. Vive e lavora a Berlino.
Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Roma diplomandosi nel 1993. 
 
La ricerca artistica di Salvino è strettamente connessa alla storia e trae ispirazione dall’iconografia politica, sociale e cinematografica fondamentalmente del 900 Italiano ed Europeo fino hai nostri giorni. 
 
Il suo lavoro può essere inteso come una pagina di storia non ufficiale scritta per immagini attraverso aneddoti e dettagli tratti da documenti figurativi. I soggetti che Salvino fa vivere nelle carte disegnate e nelle tele dipinte sono fotogrammi storici individuati tra fotografie, vecchie cartoline, libri, pellicole o stampe e selezionati poiché motivi iconografici particolarmente significativi e capaci di descrivere l’epoca dalla quale derivano e la cultura di riferimento.  
 
Le vicende politiche, la guerra, la pornografia, l’erotismo, il costume e il cinema si susseguono nei disegni di Salvino come se fossero dei frammenti di una realtà passata in grado di fornire e restituire all’osservatore un “pezzo” di identità. Infatti Salvino, senza aver la pretesa di prendere posizioni politiche o ideologiche, svela con le sue opere l’importanza e il potere delle immagini quali elementi che inducono a ricordare, a evocare un fatto storico o altro. E infine, a riconoscere un mondo di appartenenze che va oltre ogni tabù. I soggetti sono trattati dall’artista con familiarità quasi ossessiva, attraverso un tratto veloce e marcato capace di trasmettere vigore e di nutrire l’immaginario dell’osservatore.
 
La ricerca artistica di Andrea Salvino indaga l’iconografia del suo tempo e svela il potere delle immagini, quali elementi che ricordano, evocano un fatto storico e altro. I soggetti trattati dall’artista prendono vita, attraverso un tratto veloce e marcato capace di trasmettere vigore per nutrire l’immaginario dell’osservatore. 
Salvino si fa suggestionare da immagini, fotografie, vecchie cartoline, libri e stampe della cultura europea del Novecento scrivendone una pagina di storia non ufficiale raccontata attraverso il suo lavoro. 

ANDREA SALVINO

Rome 1969. Lives and works in Berlin.
He attended the Academy of Fine Arts in Rome and graduated in 1993.

Salvino's artistic research is closely connected to history and draws inspiration from the political, social and cinematographic iconography basically of the Italian and European Twentieth Century up to the present day.

His work can be understood as an unofficial page of history written in images through anecdotes and details taken from figurative documents. The subjects that Salvino brings to life in the drawn papers and painted canvases are historical frames identified among photographs, old postcards, books, films or prints and selected as particularly significant iconographic motifs capable of describing the era from which they derive and the culture they refer to.

Political events, war, pornography, eroticism, costume and cinema follow one another in Salvino's drawings as if they were fragments of a past reality capable of providing and restoring a "piece" of identity to the observer.
Salvino indeed, without pretending to take political or ideological positions, reveals with his works the importance and power of images as elements that lead to remember, to evoke a historical fact or other. And finally, to recognize a world of belonging that goes beyond any taboo. The subjects are treated by the artist with almost obsessive familiarity, through a fast and marked stroke capable of transmitting vigor and nourishing the observer's imagination.

Andrea Salvino's artistic research investigates the iconography of his time and reveals the power of images, as elements that remember, evoke a historical fact and more. The subjects treated by the artist to life, through a fast and marked stroke capable of transmitting vigor to nourish the observer's imagination.
Salvino is influenced by images, photographs, old postcards, books and prints of the European culture of the twentieth century, writing a page of unofficial history told through his work.

Download PDF