Cesare Biratoni

senza titolo 2015 Collage e tecnica mista su carta - cm 31,5x24 - con pass 46,5x 39
senza titolo 2016 Collage e tecnica mista su carta - cm 40x29,5 - con pass 55x44,5
senza titolo 2016 Collage e tecnica mista su carta - cm 42x29,5 - con pass 57x44,5
senza titolo 2016 Collage e tecnica mista su carta cm 33x24 - con pass 48x39
senza titolo 2016 Collage e tecnica mista su carta- cm 30x21 - con pass 45x36
senza titolo 2017 Collage e tecnica mista su carta - cm 40,5x29,5 - con pass 55,5x44,5
senza titolo 2017 Collage e tecnica mista su carta - cm 40x29,5 - con pass 55x44,5
Condividi

BIOGRAFIA

CESARE BIRATONI (Barcellona, 1969) vive e lavora a Busto Arsizio (VA).
Diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, è da sempre interessato al rapporto complesso tra fotografia e pittura. Negli anni ha sviluppato una poetica che cerca di coniugare la ferma temporalità dell’immagine fotografica con le dinamiche imprevedibili del medium pittorico.
Tra le mostre personali, si annoverano: KCC Artist Run Space (2018), a cura di Valentina Petter, presso Castel Cabiaglio, Varese; Il battito delle ali (2017), a cura di Andrea Lacarpia, presso Dimora Artica, Milano; Nessuno è più stupido di un pittore (2013), a cura di Ermanno Cristini, presso Riss(e) Space, Varese; Pinturas (2011), presso Galeria Má Arte, Aveiro (Portogallo); Cesare Biratoni (2010), presso Galleria Amste, Lissone (MI); Viaggio e grammatica di un icononauta (2010), a cura di Luca Scarabelli, presso Umberto Cavenago Spa2018; Dolci acerbi (2005), presso Galleria Amste, Lissone (MI); Da dove vengono le ninfe (2004), a cura di Massimo Greco, presso Ornato Space, Torino.
Per quanto riguarda le esposizioni collettive, si ricordano:  
A3 (2018), a cura di Marco Neri, presso Galleria Art Forum, Bologna; Il pittore e la modella (2018), presso Assab-One, Milano;Noplace 3 - 49° Premio Suzzara (2016), presso Galleria del Premio Suzzara (MN); O pintor e a modelo. O corpo que olha, presso Galeria Má Arte, Aveiro (Portogallo);Il nocciolo della questione (2016), a cura di Vera Portatadino, presso il Museo Bodini, Gemonio (VA); Carrus navalis (2016), a cura di Andrea La Carpia, presso Dimora Artica, Milano; White Album (2015), a cura di Luca Scarabelli, presso Surplace space, Varese; Elsewhere - Altrove (2014), a cura di Cathy Lomax e Vera Portatadino, presso Yellow Space, Varese; Tempo stretto (2014), presso Galeria Má Arte, Aveiro (Portogallo); Picnic @ The Haunted House (2014), presso Museo Teo e Riss(e), Casa Bai, Gavirate (VA); Cabinet de Regard: Natura (2014), presso il Museo Civico Palazzo Borea d'Olmo, Sanremo (IM); Collective at Esther Montoriol Gallery, Barcellona (2013); En la curva de las cosas (2013), presso Lafutura Space, Barcellona; Delicartessen (2012), presso Esther Montoriol Gallery, Barcellona; Dissipatio HG (2011), presso il Chiostro di Voltorre (VA); Case painting (2011), a cura di Vittoria Broggini, presso Villa Morotti Gallery, Varese; Autoritratto (2009), presso Brera 1 Gallery, Milano; Una ruota che sale e scende dallo sgabello (2008), presso Museo Bertoni, Varese.

CESARE BIRATONI (Barcelona, 1969) lives and works in Busto Arsizio (VA).
Graduated from the Brera Academy of Fine Arts in Milan, he has always been interested in the complex relationship between photography and painting. Over the years he has developed a poetics that tries to combine the temporality of the photographic image with the unpredictable dynamics of the pictorial medium.
Among the personal exhibitions, there are: KCC Artist Run Space (2018), curated by Valentina Petter, at Castel Cabiaglio, Varese; The beat of the wings (2017), curated by Andrea Lacarpia, at Dimora Artica, Milan; Nobody is more stupid than a painter (2013), curated by Ermanno Cristini, at Riss(e) Space, Varese; Pinturas (2011), at Galeria Má Arte, Aveiro (Portugal); Cesare Biratoni (2010), at Galleria Amste, Lissone (MI); Viaggio e grammatica di un icononauta (2010), curated by Luca Scarabelli, at Umberto Cavenago Spa2018; Dolci acerbi (2005), at Galleria Amste, Lissone (MI); Where the Nymphs Come From (2004), curated by Massimo Greco, at Ornato Space, Turin.
As far as collective exhibitions are concerned, please remember:  
A3 (2018), curated by Marco Neri, at Galleria Art Forum, Bologna; The Painter and the Model (2018), at Assab-One, Milan; Noplace 3 - 49° Premio Suzzara (2016), at Galleria del Premio Suzzara (MN); O pintor e a modelo. O corpo que olha, at Galeria Má Arte, Aveiro (Portugal); Il nocciolo della questione (2016), curated by Vera Portatadino, at the Bodini Museum, Gemonio (VA); Carrus navalis (2016), curated by Andrea La Carpia, at Dimora Artica, Milan; White Album (2015), curated by Luca Scarabelli, at Surplace space, Varese; Elsewhere - Altrove (2014), curated by Cathy Lomax and Vera Portatadino, at Yellow Space, Varese; Tempo stretto (2014), at Galeria Má Arte, Aveiro (Portugal); Picnic @ The Haunted House (2014), at Museo Teo e Riss(e), Casa Bai, Gavirate (VA); Cabinet de Regard: Natura (2014), at the Museo Civico Palazzo Borea d'Olmo, Sanremo (IM); Collective at Esther Montoriol Gallery, Barcelona (2013); En la curva de las cosas (2013), at Lafutura Space, Barcelona; Delicartessen (2012), at Esther Montoriol Gallery, Barcelona; Dissipatio HG (2011), at the Cloister of Voltorre (VA); Case painting (2011), curated by Vittoria Broggini, at Villa Morotti Gallery, Varese; Autoritratto (2009), at Brera 1 Gallery, Milan;  A wheel that rises and falls from the stool (2008), at Museo Bertoni, Varese.