Filippo Falaguasta

Filippo Falaguasta No titolo, 2010-2020, calce a fresco su tela cm 88x105
Filippo Falaguasta No titolo, 2020-2020, Calce a fresco su tela, cm 98x104
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 49x40
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 136x91
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 88x57
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, m 84x85,5
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 99x84
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 120x180
Filippo Falaguasta Niente titolo, 2010-2020, Calce a fresco su tela, cm 137x91
Condividi

BIOGRAFIA

Filippo Falaguasta (Castel San Giovanni, 1965) è stato cuoco, barista, meccanico, saldatore, babysitter, dj e “amico intimo”, nel suo lavoro teorizzato negli anni Novanta come "Offerta di prestazioni" e praticato presso numerose gallerie e musei. La sua pratica post concettuale sembra integrarsi perfettamente con le numerose abilità manuali, tecniche e artigianali di cui dispone. Mostre personali: Fotografo, Galleria Studio-Oggetto, Milano, 1993; Cuoco, Galleria Esther Schipper, Colonia, 1993; Corso intensivo per intraprendere la professione di artista contemporaneo, Museo d’arte contemporanea Casino-Luxemburg, 1996; Filippo Falaguasta, Galleria Michael Janssen, Colonia, 1998. Tra le mostre collettive: Il gioco delle Arti, Palazzo della Triennale, Milano, 1989; Cuoco, Casino container, Biennale di Venezia, 1993; Custom Colors, Galleria Frazione Di Tempo, a cura di Jade Dellinger, New York, 1995; Su questa sola base non sapremmo né cosa stiamo osservando né come…, a cura di  Carolyn Christov Bakargiev e Cesare Pietroiusti, Primo Piano, Roma, 1996; Cocktail Party (performance), Artissima, Palazzo Nervi, Torino, in collaborazione con Castello di Rivoli, 1999; Ironic, Trevi Flash Art Museum, Trevi (PG), 2000; Paused and Play, V: T. O. Gallery, Londra, 2001; DJ performance, Videoscreenin 03, Galleria Zero, Piacenza, 2001; A/Essenze, Museo di Villa Carlotta, Lago di Como, a cura di Fulvio Chimento, 2021; Chimera, AF Gallery, Bologna, a cura di Fulvio Chimento.

Filippo Falaguasta (Castel San Giovanni, 1965) was a cook, bartender, mechanic, welder, babysitter, DJ and "close friend", in his work theorized in the nineties as "Offer of services" and practiced in numerous galleries and museums. His post-conceptual practice seems to integrate perfectly with the numerous manual, technical and artisan skills he possesses. Personal exhibitions: Photographer, Studio-Object Gallery, Milan, 1993; Cook, Esther Schipper Gallery, Cologne, 1993; Intensive course to pursue the profession of contemporary artist, Casino-Luxemburg Museum of Contemporary Art, 1996; Filippo Falaguasta, Michael Janssen Gallery, Cologne, 1998. Among the group exhibitions: The game of the Arts, Palazzo della Triennale, Milan, 1989; Cuoco, Casino container, Venice Biennale, 1993; Custom Colors, Frazione Di Tempo Gallery, curated by Jade Dellinger, New York, 1995; On this basis alone we would know neither what we are observing nor how…, edited by Carolyn Christov Bakargiev and Cesare Pietroiusti, Primo Piano, Rome, 1996; Cocktail Party (performance), Artissima, Palazzo Nervi, Turin, in collaboration with Castello di Rivoli, 1999; Ironic, Trevi Flash Art Museum, Trevi (PG), 2000; Paused and Play, V: T. O. Gallery, London, 2001; DJ performance, Videoscreenin 03, Galleria Zero, Piacenza, 2001; A / Essenze, Museum of Villa Carlotta, Lake Como, curated by Fulvio Chimento, 2021; Chimera, AF Gallery, Bologna, curated by Fulvio Chimento.