Maurizio Arcangeli

Capricorno, 2001 Acrilico su tele sagomate cm 55x55x5,5
Canto IV, 1989 Acrilico su tele sagomate cm 300x420x3
Mike, 2001 Acrilico su tele sagomate cm 50x70x4,5
Square, 1994 Acrilico su tele sagomate, cm 100x100x4
Volo, 2022 acrilico su tele sagomate, cm 152x430x3/5
Alfa, 2001 Acrilico su tele sagomate, cm 50x70x4.5
Condividi

BIOGRAFIA

Maurizio Arcangeli nasce a Montecorsaro (MC) nel 1959, vive e lavora a Milano. Dal 1973 al1977 frequenta il liceo artistico e nel 1979 si iscrive all’Accademia di belle arti di Firenze.Successivamente si trasferisce a Bologna, dove nel 1981 segue il corso di pittura del prof. C.Pozzati.Nel 1989 partecipa alla mostra collettiva presso la Galleria Franz Paludetto in via Pietro Micca aTorino, dove espone con Umberto Cavenago, Carlo Guaita e Marco Mazzucconi. Nel marzo dellostesso anno, questo medesimo spazio ospita una sua personale, dal titolo “Sottrazioni”. Nel 1991partecipa alla mostra “Di dieci giorni in dieci giorni”, iniziativa di Franz Paludetto e GiancarlaZanutti nella quale artisti italiani e stranieri presentano ogni dieci giorni una singola opera oinstallazione presso la Galleria Transepoca di Milano.Si sono occupati di lui i critici: Ciavoliello, Zevi, Di Pietrantonio, Vettese, Guidi, Christov-Bakargiev,Verzotti, Pontiggia, Meneguzzo.


1999
Translocation – New Media Art, Ar/ge Kunst-Galerie Museum, Bolzano
Alle soglie del duemila: ultime tendenze nell’arte Italiana, a cura di Renato Barilli, Palazzo Crepadona, Belluno
“Due o tre cose che so di loro…”, a cura di Marco Meneguzzo, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano
7. Triennale der Kleinplastik, Stoccarda
1997
La bellezza è difficile, Ezdra Pound & le Arti, Museo Bagatti Valsecchi, Milano
Exelisis, La giovane arte italiana, a cura di Alice Rubbini, Fondazione Melina Mercouri, Atene
Va’ pensiero. Arte italiana 1984-1996, a cura di Edoardo Di Mauro, Palazzina delle Società Promotrice delle Belle Arti, Torino
Officina Italia, a cura di Renato Barilli, Galleria d’Arte Moderna, Bologna
Premio Marche 1997, a cura di Demetrio Paparoni, Mole Vanvitelliana, Ancona
Collezione Permanente, Civica Galleria d’Arte Contemporanea, Siracusa
1996
Maurizio Arcangeli, Ron Griffin, Johnatan Selinger, Studio La Città, Verona
1994
“Coll. Priv.”, Acquisizioni recenti di arte contemporanea nelle private milanesi, Galleria del Credito Valtellinese, Refettorio delle Stelline, Milano
Saldatura. Arcangeli, Aschieri, Cavenago, Galleria La Nuova Pesa, Roma.
Soggetto-Soggetto, Castello di Rivoli, Torino
Europa 94. Junge Europäische Kunst in München, Monaco di Baviera
1993
Postverbum, a cura di Marisa Vescovo, Chiostro di Sant’Agostino, Bergamo
Linguaggio/Immagine, a cura di Adriano Altamira, Archivio di Nuova Scrittura, Milano
1991
The Rules of the Games, Salvatore Ala Gallery, New York / Center for Contemporary Art, Pittsburgh 
Al Nord Italia, Galerie Blancpain-Stepczynski, Ginevra
1990
Sinergie, Palazzo Ducale, Colorno
Italia ’90 – Ipotesi arte giovane, Milano
1989
Punti di Vista, Studio Marconi, Milano 
Nuove acquisizioni, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano
1988
Da Zero all’Infinito, Castello di Volpaia, Radda In Chianti (SI)
Davvero, L’osservatorio, Milano
Ibrido neutro. Ipotesi di Evoluzione nella Scultura Italiana, a cura di Luca Beatrice e Cristina Perrella, ex convento di San Domenico, Spoleto
Rentrée, Premio Marche, a cura di Renato Barilli, Ancona
1987
Traviata, Isola Boschina, Mantova
Eleonora, Palazzo Ducale, Mantova
L’immagine trafugata, a cura di Giacinto Di Pietrantonio, Sala Comunale, Santa Croce di Magliano (CB)
1986
Rapida fine, ex calzaturificio Zenith, Ferrara




Maurizio Arcangeli was born in Montecorsaro (MC) in 1959, he lives and works in Milan. From 1973 to 1977 he attended the art school and in 1979 he enrolled at the Academy of Fine Arts in Florence. Later he moved to Bologna, where in 1981 he attended the painting course of prof. C. Pozzati. In 1989 he took part in the collective exhibition at the Franz Paludetto Gallery in via Pietro Micca a Turin, where he exhibits with Umberto Cavenago, Carlo Guaita and Marco Mazzucconi. In March of the the same year, this same space hosts a personal one, entitled "Subtractions". In 1991 participates in the exhibition "Ten days in ten days", an initiative of Franz Paludetto and Giancarla Zanutti in which Italian and foreign artists present a single work or installation at the Trans age Gallery in Milan. Critics have dealt with him: Ciavoliello, Zevi, Di Pietrantonio, Vettese, Guidi, Christov-Bakargiev, Verzotti, Pontiggia, Meneguzzo. 



1999
Translocation - New Media Art, Ar / ge Kunst-Galerie Museum, Bolzano
Alle soglie del duemila: le ultime tendenze dell'arte italiana, curated by Renato Barilli, Palazzo Crepadona, Belluno
"Due o tre cose che so su di loro...", curated by Marco Meneguzzo, PAC Contemporary Art Pavilion, Milan
7. Triennale der Kleinplastik, Stuttgart
1997
Beauty is difficult, Ezdra Pound & the Arts, Bagatti Valsecchi Museum, Milan
Exelisis, The young Italian art, curated by Alice Rubbini, Melina Mercouri Foundation, Athens
It goes without saying. Italian art 1984-1996, curated by Edoardo Di Mauro, Building of the Promotional Society of Fine Arts, Turin
Officina Italia, curated by Renato Barilli, Gallery of Modern Art, Bologna
Marche Prize 1997, curated by Demetrio Paparoni, Mole Vanvitelliana, Ancona
Permanent Collection, Civic Gallery of Contemporary Art, Syracuse
1996
Maurizio Arcangeli, Ron Griffin, Johnatan Selinger, Studio La Città, Verona
1994
"Coll. Priv. ", Recent acquisitions of contemporary art in private Milanese, Galleria del Credito Valtellinese, Refettorio delle Stelline, Milan
Welding. Arcangeli, Aschieri, Cavenago, La Nuova Pesa Gallery, Rome.
Subject-Subject, Castello di Rivoli, Turin
Europe 94. Junge Europäische Kunst in München, Munich
1993
Postverbum, edited by Marisa Vescovo, Cloister of Sant’Agostino, Bergamo
Language / Image, edited by Adriano Altamira, New Writing Archive, Milan
1991
The Rules of the Games, Salvatore Ala Gallery, New York / Center for Contemporary Art, Pittsburgh
In Northern Italy, Galerie Blancpain-Stepczynski, Geneva
1990
Synergies, Palazzo Ducale, Colorno
Italy 1990s - Young art hypothesis, Milan
1989
Points of View, Studio Marconi, Milan
New acquisitions, PAC Contemporary Art Pavilion, Milan
1988
From Zero to Infinity, Volpaia Castle, Radda In Chianti (SI)
Really, the observatory, Milan
Neutral hybrid. Hypothesis of Evolution in Italian Sculpture, curated by Luca Beatrice and Cristina Perrella, former convent of San Domenico, Spoleto
Rentrée, Marche Award, curated by Renato Barilli, Ancona
1987
Traviata, Boschina Island, Mantua
Eleonora, Palazzo Ducale, Mantua
The stolen image, edited by Giacinto Di Pietrantonio, Municipal Hall, Santa Croce di Magliano (CB)
1986
Rapida fine, former Zenith shoe factory, Ferrara