Nanni Balestrini

Tondi 7 2011 collage su tela, diametro 50cm
Tondi 1 2011 collage su tela, diametro 50cm
Tondi 2 2011 collage su tela, diametro 50cm
Geo 3 2005 collage su carta applicata su forex - cm 20x20
Tempo 7 1967, collage su carta, 26x21 cm
Tempo 20 1967, collage su carta, 26x21 cm
Geo 4 2005 collage su carta applicata su forex - cm 20x20
Reporte 1 1979, collage su carta, 26x21 cm
Reporter 2 1979, collage su carta, 26x21 cm
Rubens - Come s'impara ( I maestri del colore) 2013, stampa su tela, 167,5x 140,5 cm
Periscope 2016, collage su carta, 20x42 cm
Periscope 2016, collage su carta, 20x42 cm
Condividi

BIOGRAFIA

NANNI BALESTRINI (Milano, 2 luglio, 1935) vive e lavora a Roma.
E’ un poeta, romanziere artista visivo, sperimentatore delle relazioni tra parole, testi e immagini. Negli anni ’60 partecipa ai movimenti più radicali nel campo dell’avanguardia letteraria, all’interno del gruppo dei poeti “NOVISSIMI” e del “GRUPPO 63”, che riuniva autori come Renato Barilli , Achille Bonito Oliva , Umberto Eco, all’insegna di una ricerca di rinnovamento culturale in Italia. 
Ha in oltre svolto un ruolo determinante nella nascita delle riviste culturali " IL VERRI ", " QUINDICI ", " ALFABETA" , " ZOOOOM ",   " AZIMUTH ". Balestrini ha sempre ricercato la relazione tra creatività, casualità, linguaggi dell’informazione, dei mass media e della tecnologia. Riflette sull’idea che la sperimentazione linguistica possa diventare uno strumento di comprensione critica della realtà: seleziona materiali prelevati da quotidiani, articoli di giornale, pagine pubblicitarie, accostandoli per generare nuovi significati, attraverso il collage, in un cortocircuito in cui le parole si fanno immagini e il messaggio viene trasformato.
MOSTRE PRINCIPALI : " Ce n'è per tutti ", Galleria AF, (Bologna, 2019); Ottobre Rosso, Fondazione Mudima, (Milano, 2017), Wer Das Hir Liest Braucht Sich Vor Nichts Mehr Zu Furchten, ZKM, (Karlsruhe, 2017); La Tempesta Perfetta, MACRO, Museo d'Arte Contemporanea, (Roma, 2017); Vogliamo Tutto, Fonazione Mudima, (Milano, 2017); Colonne Verbali, Museo Novecento, (Firenze, 2016); Galleria Michela Rizzo, (Venezia, 2015); Una Poesia Totale, Museion, (Bolzano, 2014); Dominare il Visibile  (i Maestri del Colore - Neri), Fondazione Marconi, (Milano, 2014); Tristanoil, Documenta, (Kassel, 2012), Fondazione Marconi, (Milano, 2012), Museo Macro e Galleria Hybrida, (Roma, 2012), Galleria Martano, (Torino, 2013), Fondazione Morra, (Napoli 2012), Palazzo Ducale, (Genova, 2013), Magazzini del Sale, (Venezia, 2013); Avidochilegge, Galleria Milano, (Milano, 2010); Cosaguardicosavuoivedere, Fondazione Morra, (Napoli, 2009); Con gli occhi del linguaggio, Pinacoteca di Bologna, (Bologna, 2007), Fondazione Mudima,(Milano,2006);  Sfinimondo, Fondazione Morra, (Napoli, 2004); Colonne Verbali, MACRO, Museo d'Arte Contemporanea, (Roma, 2004); Paesaggi Verbali, Galleria Mazzoli, (Modena, 2002).                                                                                     Per quanto riguarda le esposizioni collettive si ricordano: Italics, Palazzo Grassi, (Venezia, 2008); La Parola e l'Arte, MaRT, Museo di Arte Moderna e Contemporanea, (Rovereto, 2007); MiArt, (Milano, 2001); Chimerique Polymeres, Musée d'Art Moderne, (Nice, 1995); La Torre di Icaro, XLV Biennale di Venezia, (Venezia, 1993); Enveloppes, Triennale di Milano, (Milano, 1991); Roma anni '60, Palazzo delle Esposizioni, (Roma, 1990); Ubi Fluxus Ibi Motus, XLII Biennale di Venezia, (Venezia 1990).